ELN 2018
Roche
Janssen Oncology
Ematobase.it

Risultati ricerca per "Leucemia mieloide acuta"

Le mutazioni di IDH2 ( isocitrato deidrogenasi-2 ) si verificano in circa il 5% dei pazienti con sindromi mielodisplastiche. L'attività neomorfica delle proteine ​​mutanti IDH2 provoca ipermetilazio ...


L'ulteriore miglioramento dei regimi preparativi prima del trapianto allogenico di cellule staminali emopoietiche ( HSCT ) è un'esigenza medica insoddisfatta per il numero crescente di pazienti anzian ...


Le sindromi mielodisplastiche e la leucemia mieloide acuta con mutazioni di TP53 sono caratterizzate da recidive frequenti, risposte scarse o di breve durata, e ridotta sopravvivenza con le terapie at ...


I pazienti con leucemia mieloide acuta recidivante o refrattaria con mutazioni del gene FLT3 ( FMS-like tirosina chinasi 3 ) raramente hanno una risposta alla chemioterapia di salvataggio. Gilteritin ...


Gli esiti per i pazienti più giovani con leucemia mieloide acuta sono moderatamente migliorati negli ultimi due decenni grazie a una migliore terapia di supporto e alla recente introduzione di nuovi a ...


Gli agenti ipometilanti, come la Decitabina ( Dacogen ), sono lo standard di cura per i pazienti più anziani con leucemia mieloide acuta di nuova diagnosi. Studi a singolo braccio hanno suggerito ch ...


La leucemia mieloide acuta nei pazienti anziani ha una prognosi sfavorevole. Nel tentativo di migliorare l'esito di questi pazienti, lo studio di fase III in aperto prospettico LAM-SA 2007 ( Adding Lo ...


Le mutazioni nel gene che codifica isocitrato deidrogenasi 1 ( IDH1 ) si verificano nel 6-10% dei pazienti con leucemia mieloide acuta ( AML ). Ivosidenib ( Tibsovo ) è un inibitore orale di IDH1-mut ...


Venetoclax ( Venclyxto ), un inibitore BCL2 selettivo, ha attività di agente singolo nella leucemia mieloide acuta recidivante e refrattaria ( R/R ) ed efficacia in combinazioni di intensità inferiore ...


L'impatto dell'intensità del condizionamento prima del trapianto allogenico di cellule emopoietiche ( HCT ) è stato esaminato in uno studio randomizzato di fase 3 che ha confrontato il condizionamento ...


Le opzioni di trattamento per la trombocitopenia nelle sindromi mielodisplastiche sono scarse. Come descritto in precedenza in uno studio randomizzato di fase 2 ( n=250 ), 58 settimane di trattamento ...


SWOG S0016 era uno studio randomizzato di fase III che ha confrontato la sicurezza e l'efficacia di R-CHOP ( Rituximab più Ciclofosfamide, Doxorubicina, Vincristina e Prednisone ) con CHOP-RIT ( CHOP ...


Sono stati confrontati due regimi di induzione, Idarubicina ( 12 mg/m2/die per 3 giorni ) e Daunorubicina ad alta dose ( 90 mg/m2/die per 3 giorni ), nei giovani adulti con leucemia mieloide acuta di ...


La radioimmunoterapia rappresenta una opzione potenziale come consolidamento dopo la chemioimmunoterapia nei pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B che non sono candidati al trapianto. Sono ...


JNJ-68284528 ( JNJ-4528 ) è una terapia CAR-T contenente 2 anticorpi a singolo dominio diretti verso BCMA ( antigene di maturazione delle cellule B ). Sono stati presentati i risultati aggiornati d ...