Roche
ELN 2018
Ematobase.it
Janssen Oncology

La trasfusione di piastrine associata a un aumentato rischio di morte nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica e trombocitopenia indotta da Eparina


La trasfusione di piastrine è spesso utilizzata nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica, porpora trombocitopenica autoimmune e trombocitopenia indotta da Eparina.

Tuttavia, l'uso di trasfusioni di piastrine nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica ( TTP ) e trombocitopenia indotta da Eparina ( HIT ) è risultato associato a un aumentato rischio di trombosi arteriosa e mortalità.

Poiché queste condizioni sono rare, risulta difficile studiarle.

Per valutare i rischi connessi alle trasfusioni di piastrine sono stati utilizzati i dati dal 2007 al 2011 dal Nationwide Inpatient Sample.

Sono stati identificati 10.624 pazienti ospedalizzati con porpora trombotica trombocitopenica, 6.332 ricoverati con trombocitopenia indotta da Eparina e 79.980 ricoverati con porpora trombocitopenica autoimmune ( ITP ).
La maggior parte dei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica erano di sesso femminile ( 66.6% ), mentre la maggior parte dei pazienti con porpora trombocitopenica autoimmune ( 56.6% ) e trombocitopenia indotta da Eparina ( 51.3% ) era di sesso maschile.
I bambini hanno rappresentato l’1.9% della coorte porpora trombotica trombocitopenica, 0.5% della coorte trombocitopenia indotta da Eparina e il 20.9% della coorte porpora trombocitopenica autoimmune .

Le trasfusioni di piastrine sono state impiegate nel 25.8% dei casi di porpora trombocitopenica autoimmune, nel 10.1% dei casi di porpora trombotica trombocitopenica e nel 7.1% dei casi di trombocitopenia indotta da Eparina.
Significativamente più adulti che bambini hanno ricevuto trasfusioni di piastrine ( P inferiore a 0.01 ).

Le analisi aggiustate per età e sesso hanno indicato che l'uso di trasfusioni di piastrine nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica era associato a un aumentato rischio di trombosi arteriosa ( odds ratio, OR = 5.8 ) e di mortalità ( OR = 2 ).
Queste analisi hanno indicato un aumento del rischio di infarto miocardico acuto con trasfusioni di piastrine nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica ( OR = 2 ); tuttavia, questo rischio ha perso di importanza nelle analisi aggiustate.

Le analisi aggiustate hanno anche mostrato che le trasfusioni di piastrine erano associate a un aumentato rischio di trombosi arteriosa ( OR = 3.4 ) e di mortalità ( OR = 5.2 ) nei pazienti con trombocitopenia indotta da Eparina.

Le trasfusioni di piastrine non erano associate a rischio di trombosi venosa, e non è stato riscontrato un aumento del rischio tra i pazienti con porpora trombocitopenica autoimmune.

Nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica, una trasfusione di piastrine aumenta la probabilità di un coagulo ematico, potenzialmente letale, di oltre cinque volte; inoltre l’incidenza di infarto miocardico è risultata raddoppiata.
Tuttavia, finchè studi prospettici non dimostrino l'efficacia e i rischi delle trasfusioni di piastrine nei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica e trombocitopenia indotta da Eparina, le piastrine dovrebbero essere considerate relativamente controindicate e utilizzate solo per le emergenze, procedure invasive, interventi chirurgici o sanguinamento grave non-responder ad altre terapie. ( Xagena2015 )

Fonte: Blood, 2015

Emo2015



Indietro