Ematologia Amgen
Celgene Ematologia
Janssen Oncology
GSK Ematologia

Linfoma a cellule B recidivante o refrattario: tassi di risposta antitumorale superiori al 50% con Glofitamab


Lo studio clinico di fase 1 NP30179 ha mostrato che l'anticorpo bispecifico che coinvolge le cellule T, Glofitamab, ha indotto tassi di risposta superiori al 50% nei pazienti con linfoma follicolare ( FL ) sia recidivante che refrattario e nel linfoma diffuso a grandi cellule B ( DLBCL ) derivante da linfoma follicolare.

Il tasso di risposta obiettiva ( ORR ) nei pazienti con linfoma follicolare di grado da I a IIIA ( n = 44 ) è stato del 70.5% ( IC 95%, 54.8-83.2% ), con 21 risposte complete ( CR ) e 10 risposte parziali ( PR ); in quelli con linfoma follicolare trasformato ( trFL; n = 29 ), il tasso ORR è stato pari a 55.2%, con 10 risposte complete e 6 risposte parziali.

La popolazione di pazienti ( n = 171 ) nello studio ha riguardato anche pazienti con altre forme di linfoma non-Hodgkin ( NHL ), come linfoma DLBCL ( n = 73 ) e trasformazione di Richter da leucemia linfatica cronica ( n = 10 ).

Nel gruppo linfoma NHL aggressivo, che comprendeva pazienti con linfoma follicolare trasformato, la durata mediana della risposta è stata di 5.5 mesi ( IC 95%, 4.4 - non-stimabile [ NE ]; range 0.8-28.8 ) e la durata mediana della risposta completa non è stata raggiunta ( intervallo: 0.0-27.4 ).
In questo gruppo, la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 2.9 mesi ( IC 95%, 2.1-3.9 ), con un plateau che si è verificato a circa 8 mesi di circa il 24%.
Tra tutti i sottotipi di linfomi NHL aggressivi, il tasso ORR è stato del 48.0% con il 33.1% di risposta completa.

Nel gruppo linfoma follicolare di grado da I a IIIA, la durata mediana della risposta è stata di 10.8 mesi ( IC 95%, 3.9-NE ) e la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 11.8 mesi ( IC 95%, 6.3-24.2 ).
La durata mediana della risposta completa non è stata raggiunta, con 19 pazienti su 21 che hanno mantenuto la risposta fino a 22.9 mesi.

Sulla base dei dati di sicurezza e farmacocinetici / farmacodinamici, la dose raccomandata di fase 2 ( RP2D ) è stata selezionata come regime di dosaggio graduale di Glofitamab a 2.5 mg il giorno 1 del ciclo 1, 10 mg il giorno 8 del ciclo 1 e 30 mg il giorno 1 del ciclo 2.
I 21 pazienti con linfoma follicolare che hanno ricevuto il dosaggio RP2D avevano un tasso ORR del 61.9%, con 11 risposte complete.
Dei 3 pazienti con linfoma follicolare trasformato trattati con dosaggio RP2D, i tassi di risposta globale e di risposta completa sono stati entrambi del 100%.

Nell'intera coorte, i pazienti avevano un'età mediana di 64 anni ( intervallo: 22-85 ); il 62% aveva un'età superiore ai 60 anni.
Circa la metà ( 48.8% ) aveva un punteggio di performance ECOG di 1 o 2.
Il numero mediano delle terapie precedenti era 3 ( intervallo: 1-13 ) e il 90.6% era refrattario alla terapia precedente.

Gli eventi avversi considerati correlati a Glofitamab si sono verificati nell'83.6% dei pazienti.
La sindrome da rilascio di citochine ( CRS ) era l'evento avverso più comune, con il 50.3% dei pazienti con grado 1, 21.6% con grado 2, 25.1% con grado 3 e 2.3% con grado 4 di gravità.
Il tempo mediano all'insorgenza e alla durata della sindrome CRS è stato rispettivamente di 10.8 ore ( intervallo: 3.0-47 ) e 2.2 giorni ( intervallo: 0.0-31.0 ). L'incidenza di sindrome CRS è aumentata gradualmente con dosi più elevate di Glofitamab, ma è diminuita significativamente dopo la prima somministrazione, con il 13.1% dei partecipanti che ha manifestato eventi al ciclo 2 e il 6.1% al ciclo 3 o successivo.

Glofitamab si lega in modo bivalente a CD20 sui linfociti B e si lega in modo monovalente a CD3 sui linfociti T.
Glofitamab ha dimostrato risposte complete frequenti e durevoli e un profilo di tollerabilità gestibile, e consente un trattamento standard per i pazienti con linfoma B non-Hodgkin refrattario che necessitano di una terapia tempestiva. ( Xagena2021 )

Fonte: Journal of Clinical Oncology, 2021

Emo2021 Onco2021 Farma2021


Indietro