ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Management delle citopenie associate a terapia con Dasatinib in pazienti con leucemia mieloide cronica in fase cronica dopo fallimento di Imatinib


Uno studio, compiuto da Ricercatori dell’University of Texas MD Anderson Cancer Center di Houston negli Stati Uniti, ha valutato l’incidenza, le dinamiche e la gestione delle citopenie nei pazienti con leucemia mieloide cronica in fase cronica trattati con Dasatinib ( Sprycel ) dopo fallimento della terapia con Imatinib ( Glivec ).

Sono stati analizzati i dati relativi a 130 pazienti con leucemia mieloide cronica in fase cronica trattati con Dasatinib da novembre 2003 a marzo 2006 in studi di fase 1 ( n=22 ) o fase 2 o 3 ( n=108 ) per lo sviluppo di citopenia di grado da 2 a 4 ( secondo i criteri del National Cancer Institute Common Terminology Criteria [ versione 3.0 ] ).

Neutropenia e/o trombocitopenia di grado da 2 a 4 si sono manifestate in 94 ( 72% ) pazienti durante la terapia con Dasatinib e di grado da 3 a 4 in 67 ( 52% ) pazienti.

Dei 94 pazienti con neutropenia e/o trombocitopenia di grado da 2 a 4, 64 ( 68% ) hanno anche sviluppato anemia di grado 2 e 16 ( 17% ) anemia di grado da 3 a 4.

La gestione delle citopenie ha incluso l’interruzione provvisoria del trattamento con Dasatinib in 35 ( 37% ) pazienti, Filgrastim in 12 ( 14% ) pazienti, Eritropoietina ricombinante in 29 ( 45% ) pazienti e Interleuchina-11 in 3 ( 5% ) pazienti.

I fattori associati a un aumento del rischio di sviluppare citopenie di grado da 2 a 4 sono stati: tempo più lungo dalla diagnosi al trattamento, precedente terapia con Interferone o Imatinib e una conta dei linfociti più bassa all’inizio della terapia con Dasatinib.

In conclusione, la tossicità ematologica è risultata frequente durante la terapia con Dasatinib in pazienti con leucemia mieloide cronica in fase cronica, in particolare a dosi maggiori di 100 mg al giorno.
L’interruzione del trattamento e/o la riduzione della dose così come il supporto di fattori di crescita sono risultate strategie sicure ed efficaci per facilitare la somministrazione continua di Dasatinib. ( Xagena2009 )

Quintás-Cardama A et al, Cancer 2009; 115: 3935-3943


Emo2009 Onco2009 Farma2009


Indietro