ELN 2018
Roche
Ematobase.it
Janssen Oncology

Mocetinostat per recidiva del linfoma di Hodgkin classico


La prognosi dei pazienti con recidiva del linfoma di Hodgkin, soprattutto di quelli con recidiva dopo trapianto di cellule staminali, non è favorevole, e lo sviluppo di nuovi trattamenti per questa popolazione di pazienti è un’esigenza medica non ancora soddisfatta.

E’ stata valutata la sicurezza e l’efficacia di Mocetinostat, un inibitore orale dell’istone deacetilasi, selettivo per l’isotipo, in pazienti con recidiva di linfoma di Hodgkin classico.

Pazienti di età uguale o superiore a 18 anni con linfoma di Hodgkin classico, recidivato o refrattario, sono stati trattati con Mocetinostat, somministrato per via orale 3 volte a settimana, in cicli da 28 giorni.

Sono state valutate due dosi di farmaco ( 85 mg e 110 mg ).

I pazienti sono stati trattati fino alla progressione della malattia o fino a tossicità proibitiva.

L’esito primario era il tasso di controllo della malattia, definito come risposta completa, risposta parziale o malattia stabile ( per almeno 6 cicli ) e le analisi sono state condotte per intention-to-treat.

Sono stati arruolati 51 pazienti; inizialmente, 23 pazienti erano stati arruolati nella coorte 110 mg, in seguito, a causa delle necessarie riduzioni di dose legate alla tossicità per la coorte 110 mg, 28 ulteriori pazienti sono stati trattati alla dose di 85 mg.

Sulla base dell’analisi per intent-to-treat, il tasso di controllo della malattia è stato pari al 35% ( 8 su 23 pazienti ) nel gruppo 110 mg e 25% ( 7 su 28 ) nel gruppo 85 mg.

In totale,12 pazienti ( 24% ) hanno interrotto il trattamento a causa di eventi avversi, 9 ( 32% ) nella coorte 85 mg e 3 ( 13% ) in quella 110 mg.

I più frequenti eventi avversi di grado 3 e 4 legati al trattamento sono stati: neutropenia ( 17% nel gruppo 110 mg vs 11% nel gruppo 85 mg ); fatigue ( 22% nel gruppo 110 mg vs 11% in quello 85 mg ) e polmonite ( 17% nel gruppo 110 mg vs 7% in quello 85 mg ).

Quattro pazienti, tutti nella coorte 110 mg, sono deceduti nel corso dello studio, e 2 di questi decessi potrebbero essere correlati al trattamento.

In conclusione, Mocetinostat alla dose di 85 mg 3 volte a settimana, ha mostrato una promettente attività in monoterapia con una tossicità gestibile in pazienti con recidiva di linfoma di Hodgkin classico. ( Xagena2011 )

Younes A et al. Lancet Oncol 2011; 12: 1222-1228


Emo2011 Onco2011 Farma2011


Indietro