ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Terapia diretta dalla PET per il linfoma di Hodgkin in fase iniziale


Non è chiaro se i pazienti con linfoma di Hodgkin in stadio precoce e risultati negativi alla tomografia a emissione di positroni ( PET ) dopo tre cicli di chemioterapia con Doxorubicina, Bleomicina, Vinblastina e Dacarbazina ( ABVD ) richiedano radioterapia.

Pazienti con linfoma di Hodgkin di nuova diagnosi di stadio IA o stadio IIA hanno ricevuto tre cicli di regime ABVD e quindi sono stati sottoposti a scansione PET.

I pazienti con reperti PET negativi sono stati assegnati in modo casuale a ricevere la radioterapia nei campi interessati o nessun ulteriore trattamento; i pazienti con risultati positivi alla PET hanno ricevuto un quarto ciclo di regime ABVD e radioterapia.

Questo studio di valutazione della non-inferiorità di nessun ulteriore trattamento è stato progettato per escludere una differenza nel tasso di sopravvivenza a 3 anni libera da progressione di 7 o più punti percentuali rispetto al tasso di sopravvivenza libera da progressione del 95% ipotizzato nel gruppo di radioterapia.

In totale 602 pazienti ( 53.3% maschi; età media, 34 anni ) sono stati reclutati, e 571 pazienti sono stati sottoposti a scansione PET.

I risultati sono stati negativi in 426 di questi pazienti ( 74.6% ), 420 dei quali sono stati assegnati in modo casuale a un gruppo di studio ( 209 al gruppo radioterapia e 211 a nessuna ulteriore terapia ).

A una mediana di 60 mesi di follow-up, si sono verificati 8 casi di progressione della malattia nel gruppo radioterapia, e 8 pazienti sono deceduti ( 3 con progressione della malattia, 1 dei quali è morto per linfoma di Hodgkin ); ci sono stati 20 casi di progressione della malattia nel gruppo senza ulteriore terapia, e 4 pazienti sono deceduti ( 2 con progressione della malattia e nessuno da linfoma di Hodgkin ).

Nel gruppo radioterapia, 5 dei decessi si sono verificati in pazienti che non hanno ricevuto la radioterapia.

Il tasso di sopravvivenza libera da progressione a 3 anni è stato del 94.6% nel gruppo di radioterapia e del 90.8% nel gruppo che non ha ricevuto alcuna ulteriore terapia, con una differenza di rischio assoluto di -3.8 punti percentuali.

In conclusione, i risultati di questo studio non hanno mostrato la non-inferiorità della strategia con nessun ulteriore trattamento dopo la chemioterapia per quanto riguarda la sopravvivenza libera da progressione.
Tuttavia, i pazienti in questo studio con linfoma di Hodgkin in fase iniziale e risultati alla PET negativi dopo tre cicli di regime ABVD hanno avuto una prognosi molto buona con o senza radioterapia di consolidamento. ( Xagena2015 )

Radford J et al, N Engl J Med 2015;372:1598-1607

Emo2015 Onco2015 Farma2105


Indietro